Ti trovi in: News

In occasione del 41esimo anno dalla morte di Peppino Impastato, l’Istituto Pacifici e De Magistri di Sezze ha voluto organizzare un incontro per ricordare questa grande persona e per testimoniare che, anche se sono passati così tanti anni, il suo sacrificio non è stato vano e la lotta alla criminalità organizzata è più vivo che mai.

~~Peppino era un ragazzo semplicissimo, nato in un paesino in provincia di Palermo, Cinisi, e appartenente, suo malgrado, ad una famiglia di stampo mafioso. Grazie alla lettura, grazie alla conoscenza, grazie all’informazione è riuscito ad alzare la testa e a scontrarsi contro questo mostro terribile che, purtroppo il 9 maggio del 1978 ce lo ha portato via. Peppino è stato la prova vivente del fatto che il fenomeno mafioso attecchisce facilmente su un terreno fatto di ignoranza e disinformazione. L’unico modo di combatterlo sta quindi nella formazione, che deve essere consapevole e critica, nel non stare zitti, esprimere il proprio punto di vista, anche se può risultare scomodo, e nel non avere paura nel farlo perché “la mafia uccide, ma il silenzio pure”.

Foto Gallery




    M@gister. Giornale online dell'IS Pacifici e De Magistris

  • Sito web