Ti trovi in: News

Progetto Fami-Ipocad. UN PONTE TRA ITALIA E AFRICA PER LA FORMAZIONE E IL LAVORO

~~Cinque studenti africani, rifugiati, ospitati da KARIBU e iscritti all’Istituto Superiore Pacifici e de Magistris di Sezze, in questi giorni sono stati ospiti dell’Università LUISS Guido Carli.

Emozionati, attenti, volenterosi e divertiti, hanno svolto una delle lezioni del corso sull’imprenditorialità, inerente all’iniziativa IPoCAD, nella sala Loft, dedicata alle ricerche per gli studenti dell’ateneo.

Alagie, Djafarou, Muhammed, Toure e Wahabou, di diciotto e diciannove anni, stanno lavorando alla costruzione dei business plan di due progetti imprenditoriali, scaturiti dalla confluenza delle diverse ricerche individuali, su cui stanno lavorando con dedizione da oltre un mese, supporrati dall'economista Francesca Traclò e dalla fotografa Michela Marcato.

Imparano a distinguere i fattori che traducono un’idea di business in un’effettiva possibilità per il futuro.

L’ospitalità da parte del noto ateneo, concessa al gruppo di lavoro grazie alla professoressa Francesca Traclò che coordina il progetto di formazione, ha rappresentato per i ragazzi l’opportunità di allargare i propri orizzonti e di approfondire i temi della ricerca proprio all’interno della facoltà di Economia e Commercio della prestigiosa Università di Roma.

Il progetto IPOCAD è sostenuto dalla Regione Lazio col FAMI-Fondo asilo migrazione e integrazione.

La scuola di Sezze con questo lavoro di frontiera intende aiutare gli studenti stranieri ad acquisire competenze per l'autonomia lavorativa. Tramite una convenzione con l'OIM, Organizzazione Internazionale per le Migrazioni, si proverà a realizzare con gli studenti formati e che lo desiderano il rientro volontario assistito nei paesi di origine. Per un ponte di formazione e lavoro tra Italia e Africa.

Foto Gallery




    M@gister. Giornale online dell'IS Pacifici e De Magistris

  • Sito web